Sommario

PREVENZIONE PELVI-PERINEALE.......................................................................................................................................... 1

GRAVIDANZA E POST-PARTO ................................................................................................................................................. 2

RIABILITAZIONE PELVI-PERINEALE ....................................................................................................................................... 3

PREVENZIONE PELVI-PERINEALE

Parlare di prevenzione in Italia è una sfida: qualcuno ne parla saltuariamente, fuori dal coro, ma poi rimane lettera morta … purtroppo! Ancor più improbabile parlare di prevenzione pelvi-perineale: quasi fosse un tabù, una chimera irraggiungibile, un onere più incomprensibile che insostenibile.

Eppure fare prevenzione si può, anzi si deve! Il perineo svolge diverse funzioni: sostiene gli organi interni della zona addominale (vescica, utero e retto), contribuisce alla continenza urinaria e fecale e ai gas, influisce sulla statica pelvica e sulla biomeccanica posturale, è determinante nella vita sessuale e nella dimensione riproduttiva, è simbiotico all’attività respiratoria, è intimamente legato alla dimensione psicologica. Da questo ne consegue che il perineo deve far parte dell’educazione di ogni persona, in particolare di genere femminile, dai primi anni di vita fino alla senilità. 

Ambiti in cui si può fare prevenzione: scolastico, sportivo, gravidanza, lavorativo, sessuale, pre- e post-chirurgico, senile.

Prevenzione significa evitare quanto possibile l’insorgenza di problematiche uro-ginecologiche, sicuramente più difficoltose da risolvere, quando non addirittura impossibili. E non è solo una questione di salute, sicuramente è una problematica economica (la spesa per assorbenti per incontinenza grave di III livello è la terza più importante sostenuta dal Sistema Sanitario Nazionale!) ma soprattutto mina la qualità di vita di una persona.

Prevenzione significa in pratica adottare una sana dieta alimentare ed una corretta assunzione di liquidi, evitare stadi di obesità, avere una corretta igiene intima, assumere corretta postura durante minzione e defecazione, e tanti piccoli accorgimenti “tecnici” che una buona ostetrica può suggerire.

Prevenzione significa anche raggiungere e mantenere un perineo normotonico, cosa che richiede un percorso di allenamento che deve essere calibrato da un professionista. In fondo, se ormai sappiamo che spesso il personal trainer rappresenta la risposta corretta nelle palestre, perché non pensare al professionista ostetrico o uro-ginecologico come al “personal trainer” del nostro perineo?

Prevenzione significa, infine, attività ambulatoriale ma anche e soprattutto attività domiciliare. Nella propria abitazione, nell’ambiente che possiamo personalizzare in termini di luci e suoni, ma anche come momenti di intimità e di rilassatezza, possiamo replicare gli esercizi che il professionista ci ha insegnato, utilizzando strumenti per sopperire alla non-presenza del professionista stesso. Gli strumenti per la prevenzione devono fornire lo stesso contributo informativo di un professionista in termini di indicazioni per svolgere correttamente gli esercizi previsti. 

Non tutti i dispositivi sono adeguati: punto di partenza è che il dispositivo sia di tipo medico e marchiato CE. Il dispositivo medico poi necessita che sia stato progettato per una specifica funzione, studiato appositamente nella scelta dei materiali, della morfologia e della funzionalità che deve svolgere.

Abbiamo scelto uno ad uno i prodotti che visualizziamo sul nostro sito (in alcuni casi testandoli anche su noi stessi) e scartando quelli che non rispondevano ai nostri standard qualitativi.

GRAVIDANZA E POST-PARTO

Un inizio dolce nella vita ...

La nascita è come un piccolo miracolo ...  gioia, fascino, pura emozione - ma anche duro lavoro. Le ostetriche parlano consapevolmente di "lavoro di parto".

Affinché tu e tuo figlio possiate iniziare una nuova vita ben preparati, potete fare qualcosa prima del parto: con EPI-NO Delphine ed EPI-NO Delphine Plus potete sostenere attivamente e plasmare la vostra preparazione al parto. Attraverso l'allenamento delicato, mirato e regolare con EPI-NO, puoi prevenire efficacemente lesioni perineali dolorose durante il parto, ad esempio un'incisione perineale o una lacrima perineale. Una buona preparazione, fasi di espulsione più brevi, nascite meno complicate significano anche meno stress per il tuo bambino.

Una grande percentuale di tutte le donne che partoriscono sono colpite da lesioni alla nascita. Un massaggio perineale da solo potrebbe non essere sufficiente per la prevenzione, o potrebbe semplicemente essere percepito come scomodo. Le possibili conseguenze di un infortunio al perineo sono infiammazione, cicatrici o persino dolore.

Per favore non esagerare con l'allenamento: quando fai gli esercizi di stretching dovresti sempre allenarti in modo da rimanere al di sotto della soglia del dolore per evitare qualsiasi rischio di lesioni. Alla fine non importa quanti cm (diametro) ottieni. A volte il progresso è più veloce, a volte più lento, ma ciò che è cruciale è che puoi aumentare lentamente e continuamente la flessibilità dei tessuti e dei muscoli attraverso l'allenamento e, inoltre, sviluppare una buona consapevolezza del corpo dei processi coinvolti nel parto.

Molte donne riescono a gestire solo 8 o 9 cm dopo 3 settimane, ma in base alla nostra esperienza anche questo è un ottimo risultato. Quindi abbi sempre un po' di pazienza.

EPI-NO è un moderno dispositivo medico

L'idea che ha portato allo sviluppo di EPI-NO proveniva originariamente dalle ostetriche in Africa: lì, le donne incinte si preparano - ancora oggi - naturalmente al parto allungando e rinforzando i muscoli del pavimento pelvico con zucche di zucca. Ciò ridurrà il rischio di danneggiare il perineo. Da questa antica tradizione africana, il morbido pallone gonfiabile in silicone di EPI-NO è un moderno dispositivo medico. Leggi la storia completa sul sito www.epi-no.it.

Un'altra nota importante:

EPI-NO è progettato e approvato come "dispositivo per utente singolo", ovvero per l'uso da parte di una sola donna. A causa del materiale utilizzato, le parti del dispositivo non possono essere sterilizzate clinicamente dopo l'uso. Quindi, prima di acquistare un dispositivo usato su e-bay o prenderne uno usato da una amica o una parente, pensate che sia meglio evitare. Una possibile trasmissione di germi da donna a donna rappresenta un serio rischio durante la gravidanza, non per te, ma per il tuo bambino!

EPI-NO è un dispositivo risultato di una progettazione medica

Vi invitiamo a saperne di più su EPI-NO sul sito www.epi-no.it. Leggi studi e testimonianze, le domande frequenti e le risposte. In caso di domande, non esitare a contattarci telefonicamente o via e-mail (vedi contatto).

Tutti i documenti (ad esempio le istruzioni complete per l'uso, un programma di formazione per la riabilitazione, ecc.) sono disponibili per il download gratuito. Cerchiamo di fornire informazioni concrete, non pubblicità in grassetto.

EPI-NO non è una "cura miracolosa" ma un dispositivo di allenamento sviluppato da professionisti medici che viene utilizzato per preparare al meglio il corpo al parto. Rafforza e allunga i muscoli (importante: solo fino alla sensazione di massima tensione - senza alcuna sensazione di dolore!). Allenandosi con EPI-NO, il tessuto non viene allungato (o addirittura "consumato") in modo permanente, ma diventa semplicemente più flessibile, cioè più estensibile, per un momento previsto (il parto), riducendo così il rischio di lesioni alla nascita.

Un semplice esempio: allenandoti per 2-3 settimane - aumentando gradualmente – dai il tempo al perineo di adattarsi attraverso una pratica costante e senza lesioni o sforzi, cosa ben diversa dal dover affrontare una stimolazione in modo improvviso e impreparate. Il tessuto non danneggiato si riabilita molto più facilmente. Se poi smetti di fare l’allenamento, scoprirai che dopo un po' il tessuto non lavora più. Fondamentalmente, è come qualsiasi altro "sport" o attività fisica - la preparazione è tutto - il parto non fa eccezione.

EPI-NO non sostituisce in alcun modo il lavoro delle ostetriche, molte ostetriche utilizzano e raccomandano questo allenamento in aggiunta e come utile complemento alla preparazione al parto. 

Che tu voglia decidere a favore di EPI-NO o meno - consigliamo vivamente un corso di preparazione al parto con un'ostetrica - i costi sono generalmente coperti dalle compagnie di assicurazione sanitaria. È attualmente in costruzione un elenco di ostetriche che saranno felici di prendersi cura di te quando utilizzi EPI-NO.

RIABILITAZIONE PELVI-PERINEALE

Si parla tanto di riabilitazione del perineo anche se in qualche caso sarebbe più corretto usare il termine rieducazione. Le due parole contengono il significato dell’attività: da una parte restituire una abilità, ri-attivare un sistema neuromuscolare complesso come il piano perineale danneggiato; ri-educare significa che il sistema non è stato compromesso ma va istruito per funzionare correttamente.

Ecco perché l’acquisto di un dispositivo medico deve tassativamente prevedere una visita presso un professionista che inquadri la situazione e progetti il percorso da svolgere, personalizzato per ogni paziente. Ogni dispositivo medico ha una propria funzionalità e svolge correttamente il compito per cui è stato studiato: solo il professionista può decidere quale strumento usare per ottenere i migliori risultati.

La riabilitazione perineale rappresenta il primo approccio per risolvere problematiche perineali, consigliato dalle linee guida internazionali e dalle associazioni dei professionisti sanitari coinvolti. Si avvale di una serie di tecniche quali la chinesiterapia, il biofeedback e l’elettrostimolazione funzionale. L’obiettivo è di rendere consapevole e migliorare la contrattilità (forza) e il tono (resistenza) della muscolatura del pavimento pelvico, chiamato a garantire una adeguata continenza urinaria e fecale, mantenere una qualità di vita sessuale soddisfacente e prevenire un prolasso genitale.

Spesso le tecniche devono essere combinate per massimizzare gli effetti, secondo uno schema di lavoro che il professionista riabilitatore stabilisce inizialmente ed eventualmente modifica nel tempo.

Con il termine biofeedback indichiamo un dispositivo che restituisce l’informazione sul comportamento del sistema pelvi-perineale: possono essere di tipo analogico o digitale.

Con il termine elettrostimolazione funzionale (SEF o FES, acronimo inglese) vogliamo rappresentare un catalogo variegato di sonde ed elettrodi con attacchi standardizzati che possono essere utilizzati sia con dispositivi ambulatoriali sia domiciliari (portatili). 

In questa sede segnaliamo che ogni attività di riabilitazione deve tassativamente prevedere una partecipazione attiva del paziente non solo in ambulatorio ma anche in ambito domiciliare durante il percorso riabilitativo, ma anche un progetto di mantenimento nel tempo come anche una periodica rivalutazione.

I nostri esperti saranno lieti di rispondere a Vostre domande, contattandoci all’indirizzo info@bottegadelbenessere.eu.